Blog

Hayao Miyazaki e Quentin Blake?

Divaghiamo un po’?
Oggi sbirciando per qualche secondo facebook ho visto un divertente post di una scrittrice per ragazzi che proponeva al marito un viaggio a Parigi per il compleanno. Io a Parigi non ci sono mai stata e mi è piaciuta subito l’idea, che ho prontamente condiviso con il mio, di marito.
Il punto è che Parigi è una città bellissima, da cui probabilmente tornerei senza senza essere salita sulla Torre Eiffel (mi è bastata l’altitudine de “La Sagrada Familia” a Barcellona), ma dove andrei sicuramente a vedere la mostra dedicata allo Studio Ghibli.
Sì, avete letto bene (!): dopo il Giappone e Hong Kong, a partire dal prossimo 4 ottobre, verranno esposti al Museo Art Ludique a Parigi, 1300 disegni originali di alcuni tra i migliori film prodotti da Hayao Miyazaki e Isao Takahata. Per gli amanti di Miyazaki, sicuramente un’occasione da non perdere.
E in attesa di ottobre, se non lo avete ancora fatto, vi suggerisco di leggere “Sguardi oltre la nebbia” di M.T.Trisciuzzi, Carocci Editore. Io l’ho trovato molto molto interessante.

 
Poi stasera ho scoperto dell’apertura, a Londra, del primo museo dedicato interamente all’illustrazione, in tutte le sue forme.
Grazie a Quentin Blake che da oltre dieci anni lavora per la sua realizzazione, è stato inaugurato lo scorso 2 luglio House of Illustration, con una mostra delle sue opere, dai disegni, famosi in tutto il mondo, che illustrano i romanzi di Roald Dahl, a quelli per le opere di Voltaire e Michael Rosen.
 
Insomma, se volevate una scusa per visitare due città meravigliose, ora, decisamente, l’avete.
 
 
Read more

Una fiaba nel sacchetto

Tra le novità di Torino vi abbiamo portato una novità bellissima!


A vedersi è una cosa semplicissima: un sacchetto. Ma in questo sacchettino colorato, nelle varie tinte dell’arcobaleno, ci sono poche cose, molto importanti e attentamente studiate da esperti. C’è un quaderno completamente bianco, una matita e 72 fotografie adesive.

Le immagini, accuratamente selezionate dalla Dott.ssa Daniela Regazzi,  psicoterapeuta esperta del mondo dell’infanzia e dell’adolescenza, sono il punto di partenza per mettere alla prova e sviluppare la propria creatività e fantasia. Il protagonista potrà scegliere se usarne poche, tante o tutte per costruire la propria storia oppure tante.

E “le fiabe nel sacchetto” le trovate in libreria, per un bellissimo regalo per i vostri bambini o per un amico!
€ 14,90

 

Read more

Anna Castagnoli, il suo e nostro Maurice Sendak

Non posso assolutamente perdere questa occasione per suggerirvi una lettura a dir poco affascinante.
Da tempo seguiamo un blog molto interessante, ben scritto e ricco di spunti di riflessione rispetto al mondo dei libri e dei loro autori e illustratori.
Si tratta di Le figure dei libri di Anna Castagnoli, appassionata autrice (in Italia pubblicata da Topipittori), illustratrice e critica del mondo dell’albo illustrato.
Il 28 aprile sul suo blog appunto, Anna Castagnoli ha pubblicato un suo articolo, precedentemente uscito sull’inserto domenicale de Il Sole 24ore, relativo alle fonti ispiratrici di Maurice Sendak.
Leggetelo.
Vi si aprirà un mondo di suggestioni, rimandi, ricordi e sogni…meraviglioso.
Non ho altre parole per suggerirvelo.
Read more

100 matite per Pinocchio

Collodi, (all’anagrafe Carlo Lorenzini) scrive “Le avventure di Pinocchio” nel 1881 e da allora la sua immagine è stata inventata infinite volte da artisti e illustratori di fama indiscussa.

Lo spazio WOW, a Milano, ci porta indietro nel tempo, in una carrellata di oltre cento anni da Mussino (1911) a Mattotti (2008) passando, per citarne alcuni, da Mannini (1931), Porcheddu (1942), Moroni Celsi (1953) Jacovitti (1964), Cassinelli (1981), Luzzati (1996) e tantissimi altri.

Un’accuratissima ricerca di illustrazione, ma anche di storia, racconto e raccolta, come la bellissima collezione di carte telefoniche, osservate con curiosità dal mio piccolo nativo digitale…”Mamma, cosa sono le carte telefoniche?” “Le carte che si usavano una volta nelle cabine telefoniche al posto dei gettoni”. E spontaneo nasce un sorriso mentre lui mi guarda con i suoi occhioni azzurri e l’aria perplessa perché dopo la mia risposta ne sa ancora meno di prima avendo come unico concetto di cabina telefonica il salvadanaio di latta che gli ho portato da un viaggio di lavoro a Londra anni fa.

E ancora più bella l’esposizione delle cartoline di “Pinocchio va alla guerra” in cui un soldato scrive al figlio il romanzo a “puntate” su cartoline disegnate da Roberto Sgrilli.

 Non mancano poi le teche con i dischi 33 giri, le numerosissime versioni straniere del romanzo, le “Pinocchiate” e naturalmente tantissimi Pinocchi.

Insomma, da non perdere. A noi è piaciuta moltissimo!
Fino al 23 Marzo, ingresso € 5 intero, € 3 ridotto (fino a 10 anni e oltre i 65)

Read more

Colpa delle stelle

Ieri ho visto su youtube il trailer del film “The fault in our stars” dal prossimo giugno nei cinema americani. Il film è tratto dal romanzo di John Green “Colpa delle stelle”, pubblicato in Italia nel 2012 da Rizzoli.

Hazel ha sedici anni e da quattro vive accompagnata da una bombola di ossigeno. La sua malattia sembra regredire, ma il tempo passa veloce mentre lei combatte per la vita. Finchè un giorno incontra Augustus, anche lui sedicenne ed anche lui malato, ma con una rabbia di vivere da sorprendere, contagiosa, che la fa perdutamente innamorare di lui. E’ una storia bellissima, grondante di vita, passione e dolore. Un libro non facile da leggere perchè prende lo stomaco, ma allo stesso tempo e per la stessa magia una storia da cui non riesci a separarti fino all’ultima pagina.

 

E se leggerlo non è facile, consigliarlo lo è ancora meno, ma io l’ho proposto ed ora lo consiglio vivamente a voi, non solo per i motivi appena detti, anche per un altro.

 

La produzione del film sarà curata da Wyck Godfrey, produttore della saga di Twilight quindi, se tanto mi da tanto, leggere il libro prima di vedere il film è assolutamente indispensabile per non rovinarsi la lettura di un capolavoro.

 

Read more

La scuola fa differenza

 
 

Mi verrebbe da dire”eppur si muove!”: finalmente un bel  progetto di formazione per educatori e insegnanti di asili nido e scuole dell’infanzia, sulla decostruzione degli stereotipi di genere.
E’ quanto sta partendo a Roma con il progetto “La scuola fa differenza”, proposto dall’Associazione Scosse, in collaborazione con Archivia, biblioteca Centri documentazione delle donne e voluto dall’Assessorato alla Scuola, Infanzia, Giovani e Pari Opportunità della Capitale.
L’obiettivo è quello di contrastare la violenza sulle donne, l’omofobia e le varie forme di prevaricazione sessiste, ripensando alla decodificazione dell’essere  uomo e donna oggi e proponendo  modelli identificativi, familiari e genitoriali aperti non stereotipati o stereotipanti. Il progetto vede il coinvolgimento di più di 200 insegnanti sul territorio romano, attraverso una serie di 8 corsi formativi.
…Chissà che si possa prendere spunto e attuare anche in altre città iniziative analoghe!

Read more