Blog

Leggere insieme … ancora – #Arte

Meglio tardi che mai. E questa volta molto in ritardo, vi auguro buona lettura del racconto di Angela per il nostro incontro LIA sull’arte.

 

Se si parla di libri per bambini e il tema è “arte”, cosa vi viene in mente?

La settimana scorsa (NRD: oramai Angela di incontri ne ha fatti altri) ho partecipato al mio primo incontro LIA (Leggere insieme ancora) il cui tema era appunto l’Arte. Confesso di non essermi mai prima di allora avvicinata a questo argomento con i miei bambini e quindi spinta dalla curiosità mi sono messa a fare le mie ricerche e mi si è aperto un mondo fatto di colori e meraviglia.

Ci sono centinaia di libri per bambini che parlano di arte o che vogliono in qualche modo avvicinare i bambini all’arte: manuali di disegno e pittura, guide alle opere famose, biografie illustrate dei più celebri pittori e – i miei preferiti – splendidi albi illustrati che attraverso una storia e magnifiche illustrazioni raccontano come nasce un’opera d’arte, come vive un pittore, cosa suggerisce un quadro.

Una volta iniziata la discussione e messi i libri sul tappeto ci siamo rese conto, con un filo di sgomento, che tutte quante avevamo pensato solo alla pittura, tralasciando altre forme d’arte, come la musica, la danza o il teatro. Peccato non averci pensato prima! Ma tant’è… anche così la discussione è stata ricca.

I libri che sono stati presentati potrebbero essere divisi in categorie:

  1. Libri per avvicinare i bambini al disegno (forme, colori, tecniche)
  2. Vita e opera di artisti famosi
  3. Presentazione di quadri celebri (da un particolare punto di vista)
  4. Riflessioni sull’arte
  5. Storie che parlano di pittura, colori, artisti o aspiranti tali

Per quanto riguarda la prima categoria, chi la fa da padrone è senz’altro Tullet che con i suoi libri-gioco e un pizzico di magia invita i bambini a giocare con forme e colori. Noi abbiamo scoperto:

tulletIl gioco del buio e Il gioco delle ombre, due cartonati di piccolo formato editi da Phaidon per giocare con i bambini in una stanza buia, per veder risplendere stelle e pianeti intorno a sé, o proiettando su un muro bianco le ombre che raccontano una storia di personaggi misteriosi tutti da scoprire. Due piccoli libri magici e divertenti.

coloriColori che chiama il bimbo a pasticciare virtualmente con tempere e dita per scoprire le infinite combinazioni e possibilità a partire dai colori primari. Da qui il passo a Un libro è stato molto breve e ha riscosso un notevole successo. E’ necessario dire qualcosa di questo libro? A parte avvertire che potreste incorrere in qualche libraio che alla vostra richiesta esigerà un titolo più preciso?! E’ il libro dei libri di Tullet, un gioco, una magia, che coinvolge in un unico divertimento grandi e piccini.

cucina degli scarabocchiLa cucina degli scarabocchi un album gigante che invita i bambini a sperimentare e a mettersi alla prova, seguendo le ricette ognuno creerà il suo piatto personalizzato. Un valido aiuto per imparare divertendosi, per chi ha bisogno di esercitarsi nel gesto grafico e per chi fatica a seguire le consegne, ma anche per chi, semplicemente, ama divertirsi con il disegno.

Ce ne sono anche altri dello stesso autore che non abbiamo esaminato, Il gioco dei colori, ad esempio, o Il gioco della scultura, o ancora The big book of art.

Lasciando Tullet, ma rimanendo nella stessa categoria, passiamo a:

disegnare con picassoDisegnare con… Pablo Picasso di Ana Salvador per il Castoro. Passo passo i bambini sono guidati nella riproduzione dei disegni del grande artista.

Di questo genere di libri ce ne sono davvero molti. Personalmente non li amo, mi sembrano una forzatura, un esercizio più adatto a chi voglia perfezionarsi nel disegno piuttosto che un modo per far scoprire il piacere dell’arte a un bambino.

20 modi disegnare un alberoVenti modi per disegnare un albero di Eloise Renouf: una sorta di manuale di disegno, ma anche una fonte di idee e suggerimenti per uscire dallo stereotipo.

Di questo tipo di manuali, in realtà, ce ne sono a bizzeffe, dai semplicissimi per i più piccini ai più sofisticati. Questo è l’unico che era presente al nostro incontro.

 

cameretta di Van GoghPer la categoria Vita e opera di artisti famosi, partiamo da La cameretta di Van Gogh di Margherita e Rosetta Loy (Gallucci): un bell’albo che attraverso la riproduzione dei dipinti più famosi dell’autore racconta, in modo semplice, la storia dell’amicizia tra Van Gogh e Gauguin. E così il celeberrimo quadro della camera da letto ritrae proprio la camera che Vincent occupava nell’attesa dell’arrivo del suo amico che aveva invitato a condividere con lui una piccola casetta per poter dipingere insieme. Le Scarpe simboleggiano la partenza di Gauguin dopo un litigio. E il quadro di Gauguin Arearea sembra quasi una cartolina scritta da Paul all’amico per riappacificarsi: “Gli amici non devono arrabbiarsi…”.

artiasNello stesso stile, ma francamente molto meno riuscito, Artias. Il bambino che voleva diventare pittore. La moglie dell’artista racconta la sua vita e il suo percorso creativo.

E I maestri dell’arte. Vasilij Kansinskij. La storia illustrata dei grandi protagonisti dell’arte. Il volume fa parte di una collana di 24 ore cultura dedicata ai grandi pittori. In questo caso molto più testo scritto, biografia più dettaglia e meno riproduzioni. Sicuramente adatto a una fascia di età più alta rispetto ai precedenti.

leonardo e michelangeloE ancora per le Edizioni Arka Raffaello il pittore della dolcezza che racconta della difficoltà della vita dell’artista riscattata dall’arte. Un libro anche terapeutico secondo Maya che lo ha presentato. E Quel genio di Leonardo di cui non si è detto molto perché è una lettura ancora in corso.

 

Inseguendo_Degas_4c5c3652c6868Presentato proprio sul finire, Inseguendo Degas di Eva Montanari. Un albo gigantesco, disegni e atmosfera da sogno. Del resto siamo a Parigi e seguiamo una ballerina in tutù che ha scambiato per caso la sua borsa con quella del pittore e lo insegue per le vie della città per restituirgliela. Attraverso questo simpatico espediente narrativo passiamo nei luoghi più cari all’artista e immortalati nei suoi quadri. Semplicemente fantastico!

Dopo queste storie illustrate degli artisti che ci permettono di presentare in modo semplice le diverse manifestazioni dell’arte ai nostri bambini, passiamo alle raccolte più impegnative.

PiccoloMuseoPiccolo Museo di Babalibri, geniale nella sua semplicità. Da una parte una parola, dall’altra un’immagine, la riproduzione di un dettaglio di un quadro famoso. E così il gatto sarà quello dell’Annunciazione di Lorenzo Lotto, la bambina quella di Renoir, le ninfee, ovviamente, quelle di Monet, la valigia quella di Magritte. Non vi sembra bello che i vostri bambini potrebbero associare a queste parole di uso comune immagini tanto suggestive?

bambini nel quadroEntra nel quadro! e Bambini nel quadro di Alain Korkos: per ogni quadro una domanda che rivela curiosità o un insolito punto di vista. Siete mai andati a visitare un museo con un bambino? Vi chiederanno in continuazione: cos’è? Cosa sta facendo? Perché? Questi libri possono rispondere alle loro domande e permetterci di guadagnare punti come genitori se ci prepariamo prima!

Quadri famosi: libri con adesivi e carte. Editi da Usborne. Per giocare con l’arte.

arte a colpo d'occhio (il Castoro): per raccontare la pittura ai bambini in modo giocoso, ma per questo non meno attento. Intorno a ogni opera proposta troviamo una serie di particolari che i lettori sono invitati a cercare nel quadro. Un ottimo esercizio di osservazione e attenzione e un modo giocoso di conoscere dei grandi capolavori.

 

 

Alfabeto-Figurativo-1170x1052 Alfabeto figurativo di Tomaso Montanari. Il critico racconta con tono vivace e accattivante alcuni dei grandi capolavori dell’arte. Adatto per bambini in età scolare.

Due riflessioni sull’arte, una più tecnica, una più poetica.

larte-a-soqquadro_big di Ursus Wehrli (il Castoro) smonta alcuni famosi quadri nelle loro minime componenti grafiche. Forse un po’ destabilizzante, ma molto divertente. Alla fine sembra dirci: guarda bene di cos’è fatto un capolavoro? Di tanti pezzi combinati tra loro. Per sdrammatizzare!

rimanereRimanere di Gek Tessaro: cosa si prova di fronte a un’opera d’arte? Un viaggio attraverso i musei per imparare a osservare e a lasciarsi stupire.

“Si decide di rimanere per scelta, si rimane a bocca aperta, spaventati o commossi, si rimane per poter scoprire che un albero, una città, una persona, un quadro che pensavamo di conoscere in realtà non l’avevamo mai visto prima“.

Siamo così arrivati all’ultima categoria, quella delle storie.

cavallo bluDai più semplici, come L’artista che dipinse il cavallo blu di Eric Carle dove incontriamo un cavallo blu, appunto, un coniglio rosa shocking e una mucca gialla, ai più complessi, come Chissà com’è il coccodrillo. In una simpatica scuola d’arte i cuccioli di animali si sfidano a disegnare il coccodrillo. C’è chi lo dipinge squadrato (cubismo), chi colorato (espressionismo), chi stilizzato (astrattismo) e attraverso le varie prove il maestro guida i suoi alunni nella conoscenza degli stili fondamentali dell’arte.

pittoreIl pittore: una poesia in rima di Gianni Rodari sui colori del pittore; non ha riscosso grande successo tra il pubblico presente (ma a me piace).

 

 

 

 

 

 

IlSognoDiMatteoIl sogno di Matteo di Leo Lionni: la storia di un topino povero povero che i genitori vorrebbero medico perché possa diventare ricco e permettersi di mangiare parmigiano mattino, mezzogiorno e sera, ma che sogna di fare il pittore. Ci riuscirà?

 

macchiarossaLa piccola macchia rossa di Eric Battut e Marita Mahringer: il viaggio di una macchiolina rossa che parte dal paese delle macchie alla scoperta dei colori.

Mangiacolori (Gallucci): un uccellino che cambia colore a seconda di quello che mangia. Per spiegare i colori ai più piccini.

piccolo blu piccolo gialloPer concludere in bellezza, l’immancabile Piccolo blu e piccolo giallo, che per la sua duttilità e ricchezza potrebbe essere riproposto per molti altri temi, ma che sicuramente si adatta bene anche a quello dell’arte con i suoi abbracci di giallo e blu.

 

 

 

 

 

 

Tornata a casa mi è venuto in mente un libro che non sarebbe dovuto mancare Il punto di Peter H. Reynolds. Come abbiamo fatto a dimenticarlo?!

(Angela Raguso)

 

Read more

Nella casa del Signor Tuono

C’è un uccellino blu che quando frulla le ali colora il mondo di tutti i colori: le risate dei bimbi si colorano del colore delle capriole, le capriole portano felicità.
Ma se il Signor Tuono imprigiona l’uccellino in una gabbia, tutto diventa grigio, tanto grigio che per la tristezza il mondo si sgretola.
Così l’uccellino torna libero, la sua gabbia non c’è più e finalmente il Signor Tuono comprende quanto la libertà sia importante per avere un mondo colorato.

Guido Quarzo, scrittore di racconti, romanzi e poesia per bambini e ragazzi, vincitore nel 1995 del premio Andersen come migliore autore dell’anno e nel 2013 del premio Andersen come miglior libro 9/12 anni  con “La meravigliosa macchina di Pietro Corvo”, ci regala questa bella storia con il suo ritmo poetico, ottima per la lettura ad alta voce, ma anche adattissima ai più piccoli lettori per i suoi caratteri particolari che puntano l’attenzione su alcune parole, stile molto amato dai bambini di oggi.
 
Le illustrazioni di Fabrizio Monetti, architetto, attore e pittore, hanno ispirato la storia di Quarzo, perché sì, la particolarità di questo albo è proprio che la storia è stata scritta per le illustrazioni e non viceversa, come solitamente accade.
Sapere questo dettaglio, rende il libro ancora più bello.
 
Lettura da 4 anni
Lapis Edizioni
€ 9,80

 

Read more

Virginia Wolf la bambina con il lupo dentro

A tutti può capitare di alzarsi qualche volta con la luna storta, rabbiosi, inversi, con zero-voglia di parlare e tanta voglia di ululare al mondo.
Ma non tutti hanno la fortuna di avere una sorella maggiore artista, capace di tingere il mondo grigio di una mattina sorta male, con mille colori, petali volanti come coriandoli, uccelli turchesi, farfalle viola e una scala … “così chi è giù può tornare su”.
 
Virginia Woolf aveva questa fortuna, aveva Vanessa, capace con un pennello di capovolgere il mondo, far diventare chiaro lo scuro ed il triste allegro.
 
Scritto da Kyo Maclear, scrittrice inglese vincitrice nel 2012 dell’Astrid Lindgren Memorial Award nella sezione Libri per ragazzi con disabilità ed illustrato da Isabelle Arsenault, famosa per il suo libro “Migranti”, selezionato dal New York Times come uno dei migliori album del 2011.
 
Un binomio di autrici così armonico da creare un albo pieno di magia, arte e bellezza destinato a lettori dai 5 anni in su.
 
 

Read more